ASCOLTARE L’ANTICO RICHIAMO 19 e 20 settembre (BS) 2020



ASCOLTARE L’ANTICO RICHIAMO
4° ANNO DI FORMAZIONE DEDICATO ALLA CICLICITA’

Noi donne, oggi, ci sentiamo spesso disorientate.
Sentiamo la mancanza di punti di riferimento di un certo tipo di femminile, radicato, fermo autorevole e fluido allo stesso tempo.
Qualche volta siamo travolte dalle emozioni e nuovamente perdiamo orientamento e radicamento e non sappiamo dove trovare il sostegno di cui abbiamo bisogno per affrontare la nostra quotidianità.

Attraverso il percorso che ti proponiamo, potrai conoscere e sviluppare nuovi punti di riferimento radicati nella naturale e potente ciclicità del femminile.
Questo ti permetterà di scoprire e sperimentare un
nuovo orientamento che ha radici nella percezione dei ritmi naturali e nell’apprendimento di insegnamenti che li rispettano.

# Attraverso la Natura potrai ricontattare il corpo e la sua saggezza antica e sperimentare il senso di stabilità che offre il radicamento a Madre Terra.

# Il viaggio attraverso le stagioni, e gli elementi ti offrirà nuovi significati.

# Attraverso la ricerca e l’approfondimento della Ruota degli Archetipi delle fasi di vita del femminile scoprirai le 13 energie che sono sempre a tua disposizione e la loro applicazione nella quotidianità.

# L’uso delle fiabe e delle storie, tratte dal libro “Donne che corrono coi Lupi” ti permetterà un contatto ancora più efficace con le
forze archetipali.

Il percorso prevede 5 residenziali di 2 giorni, distribuiti nell’arco di un anno. In accompagnamento ci saranno 10 incontri serali dedicati alla condivisione e all’elaborazione delle esperienze.

I laboratori si svilupperanno infatti, attorno alla Ruota dell’Anno con le sue stagioni, gli equinozi, i solstizi e le feste che gli antenati erano soliti celebrare.
Al ritmo delle stagioni approfondiremo i temi della “Ruota del Ciclo di Vita Femminile” e i suoi 13 archetipi accompagnate dalle storie tramandateci dalla Estès.

Celebrando in questo viaggio ogni passo ..che è possibile grazie alla sorellanza..

LA SORELLANZA

Anticamente le donne di tutte le età, si disponevano in cerchio durante la fase di flusso mestruale all’interno di capanne o tende (Capanna dell’attesa, Tenda della Luna, Tenda Rossa) per prendersi cura l’una dell’altra e trasmettersi antiche conoscenze, tradizioni ed esperienze che riguardavano vita e morte, sessualità, amore, amicizia, alleanza, ciclo mestruale, gravidanza, travaglio, parto, allattamento e accudimento dei figli e ogni aspetto del vivere, del morire e del divinare.
Questa ciclica condivisione in un clima di sorellanza, dava alle donne la stabilità emotiva e il sostegno di cui avevano bisogno per affrontare il quotidiano.
Oggi questa preziosa tradizione si è persa, privando noi donne di uno spazio essenziale in ogni età della nostra vita. Questa mancanza ci porta qualche volta a cercare sostegno e risposte magari nei nostri compagni/e, i/le quali naturalmente non sempre hanno gli strumenti per soddisfare il nostro bisogno di sorellanza, innescando così situazioni che possono generare incomprensioni, disagio e grande pesantezza nelle relazioni.
Ecco che diventa allora importante per il nostro equilibrio e il benessere personale e anche familiare, ritrovare la sorellanza. Anche noi dunque, come le nostre antenate, ci disporremo in cerchio per imparare e fare esperienza, in uno spazio protetto in cui le parole chiave sono: collaborazione, scambio, sospensione del giudizio, sorellanza, rispetto della diversità.
Un nuovo modo di essere donna, amante, compagna, moglie, madre, figlia, sorella, amica.

Il secondo seminario ..dopo averne saltati due causa gestione Covid.. si svolgerà il 19 e 20 settembre.

Il tema sarà quello dell’AUTUNNO e dell’iniziare a lasciare andare ciò che non ci è più d’aiuto.

Cammineremo accompagnate dalla storia di Donne che corrono coi Lupi, “l’Orso della Luna Crescente” .. ovverossia un viaggio tra RABBIA E PERDONO..

La metodologia di lavoro è sempre molto esperienziale a orientamento fenomenologico esistenziale.
Ci prendiamo sempre cura anche dell’aspetto spirituale, una spiritualità radicata al corpo e alla connessione con Madre Terra.

Il residenziale si svolge in due giornate, con possibilità di pernotto in loco.
Staremo insieme dalle 9.30 di sabato alle 18.00 di domenica.
Il pranzo di sabato in condivisione.

PER INFO E ISCRIZIONI
ombretta.venturelli@meconline.it 339 1412692

LUISA NEGRINI
Laureata in Scienze della Terra con un dottorato in Geofisica della Litosfera. Gestalt Counsellor dal 2003, Master in gestalt nel 2005, formatrice dal 2007. in quegli anni diventa facilitatrice in Costellazioni Familiari secondo il metodo di Bert Hellinger e inizia a seguire Paolo Zanier nei suoi insegnamenti sulla Ruota di medicina dei nativi nordamericani fino al 2016.
E’ socia AICo (Associazione Italiana Counselling), socia fondatrice dell’AICoFVG, iscritta al Registro Regionale delle Associazioni di prestatori di attività professionali non ordinistiche.
Dal 2004 al 2011 ha collaborato con l’Istituto Gestalt Trieste e per alcuni anni è stata docente nelle scuole di counselling di Trieste, Brescia e Cagliari. Dal 2004 svolge attività di counselling in privato.
Dal 2005, integrando geologia, counselling, tradizioni e sapienza nativa americana, promuove attività rivolte, in particolare alle Donne, ma non solo, che hanno come obbiettivo la ricerca e il risveglio della connessione con il corpo e Madre Terra.
Accompagna le persone alla Ricerca del Femminile ancestrale attivando in tutta Italia corsi e seminari esperienziali.

OMBRETTA VENTURELLI
Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche, con una tesi di laurea intitolata “il ritorno al Matriarcato”. Gestalt Counsellor associata AICo, esperta in psicologia del carattere secondo il percorso SAT.
Dal 2015 segue un percorso di ricerca sul femminile con la dott.Luisa Negrini. Svolge attività di counselling in privato, conduce gruppi di meditazione Vipassana e Cerchi di Sorellanza presso il suo studio in via Diaz 40 a Provezze di Provaglio d’Iseo (BS).


 
     Condividi su Facebook
Mercoledì, 15 Gennaio, 2020
Aggiungi un commento