Connessione



donna-ragno-tessitrice-dell-universo

Sento la Vita scorrere dentro di me, sento che il suo flusso mi arriva dalla notte dei tempi.. il sangue di un’immensa schiera di antenati scorre nel mio, la loro saggezza, le loro esperienze, le loro diverse tradizioni, i loro canti, le loro danze, le loro idee, le loro soluzioni, i loro blocchi, delusioni e amori.. tutto scorre in me e si rivela come un flusso di ricerca.. come se mi sussurrassero.. “noi siamo arrivati fin qui.. ora tocca a te.. prova, vai, sperimenta.. non ti preoccupare degli errori.. e se cadi rialzati..
Ogni esperienza che fai è nuova.. perchè questo tempo che vivi non è ancora mai stato.. tu puoi trovare una nuova sintesi di tutto ciò che già era.. noi siamo presenti in te con benevolenza”

Così sento la Vita scorrere impetuosa nella Terra, questa nostra Grande Madre, attraverso le sue vene energetiche la vedo esprimersi in un’infinita varietà di modi e offrire ai miei sensi una diversità sconcertante che pure mi sembra avere un’unica origine.. sento ogni cosa connessa, ogni cellula in relazione.. che mi appare come una gigantesca ragnatela di luce.. in cui ogni filo vibra all’unisono..

Mi sento parte di qualcosa di immensamente complesso che ha un funzionamento perfetto nella sua ’semplicità‘ ..sono, insieme alla Terra, al Sole, ai pianeti di questo sistema solare e all’Universo stesso, di cui conosco realmente poco, cellula di un’unico immenso corpo..
ogni cellula ha il suo nucleo e la sua vita con la sua specializzazione.. ognuna è un’universo a se.. eppure tutte sono Uno.

Mi sembra così che questo sia il Mistero che ci sia tenuto nascosto dal senso di separazione imperante, soprattutto tra gli uomini, questo il Mistero pacificante che ognuno di noi può percepire..


 
     Condividi su Facebook
Domenica, 6 Settembre, 2015